Il DL 119/2018 ha introdotto l’obbligo di memorizzazione e di trasmissione telematica dei corrispettivi per i soggetti che esercitano attività di commercio al minuto ed attività assimiliate, tenuti all’obbligo della certificazione dei corrispettivi tramite scontrino fiscale o ricevuta fiscale.

L’obbligo ha due diverse scadenze a seconda del volume di affari:

–         1° luglio 2019 per le imprese con volume di affari superiore a 400.000 euro

–         1° gennaio 2020 per tutte le altre imprese

Per adempiere a tale obbligo le imprese si dovranno dotare di registratori di cassa telematici che consentono di comunicare direttamente gli incassi giornalieri all’agenzia delle entrate tramite una procedura on line di invio telematico dei corrispettivi; questa operazione eliminerà  l’attuale obbligo della compilazione del registro dei corrispettivi.

Alla luce di quanto sopra CNA Livorno per venire incontro alle esigenze delle aziende ha stipulato alcune convenzioni sul territorio che prevedono condizioni di favore per gli associati che hanno necessità di acquistare un registratore di cassa telematico:

Isola d’Elba:  Centro Ufficio Elba (Tel. 0565 916290 – cuelba@elba2000.it)  

Val di Cecina e Val di Cornia:  Valori Group (Tel. 0586 680688 – info@valorigroup.com)

Livorno/Collesalvetti:  Agostini srl (Tel. 0586 895358 – info@gruppoagostini.it)

Si fa notare che per alcuni misuratori fiscali già presenti sul mercato potrebbe essere necessario solo l’aggiornamento sia software che hardware, dove previsto dalla società produttrice.

Infine si fa presente che per l’acquisto o l’adattamento degli strumenti informatici delle imprese per adempiere all’obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri , la Legge 136/2018 ha previsto il riconoscimento di un contributo per ogni strumento, per il tramite dei fornitori, pari ad euro 250.00 per l’acquisto ed euro 50.00 per l’adattamento.

Per ogni ulteriore necessità ed informazione potrete rivolgervi agli uffici zonali CNA.

ATTENZIONE

E’ stata introdotta una Moratoria senza sanzioni per i primi sei mesi.

Sono intervenute alcune modifiche alla legge originaria e l’agenzia entrate ha pubblicato la Circolare 15/E, per cui è previsto che già dal 01.07.2019, per il primo semestre di vigenza del nuovo obbligo non sono applicabili le sanzioni per la mancata memorizzazione od omissione della trasmissione, ovvero nel caso di memorizzazione o trasmissione con dati incompleti o non veritieri, purché la trasmissione telematica dei corrispettivi giornaliera avvenga entro il mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione e comunque restando fermi i termini di liquidazione dell’IVA.

Le situazioni per coloro che sono tenuti al novo obbligo dal 01.07.2019 in quanto hanno prodotto un volume di affari superiore ai € 400.000,00 possono essere le seguenti due:

  • chi non ha ancora la disponibilità dei registratori telematici potrà “adempiere temporaneamente all’obbligo di memorizzazione giornaliera dei corrispettivi mediante i registratori di cassa già in uso ovvero tramite ricevute fiscali (di cui all’articolo 12, comma 1, della legge 30 dicembre 1991, n. 413 e al decreto del Presidente della Repubblica 21 dicembre 1996, n. 696)” e quindi rilasciando al cliente il normale scontrino fiscale e/o la ricevuta fiscale; tale facoltà è ammessa fino al momento di attivazione del registratore telematico e comunque in ogni caso non oltre la scadenza del semestre.
  • chi ha la disponibilità dei registratori telematici già in funzione, adempie all’obbligo della certificazione dei corrispettivi secondo le modalità previste dall’articolo 2 del D.Lgs n. 127/2015, evitando di tenere e compilare il registro dei corrispettivi, ferma restando la facoltà di inviare i dati entro il mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione.

Per approfondimenti e chiarimenti potete rivolgervi ai nostri uffici.