convenzioni_2

Vuoi aprire una attività? Vieni in CNA

Se vuoi aprire un’attività nel settore dell’artigianato, del commercio e comunque una piccola e media impresa, rivolgiti all’ufficio CNA più vicino a te sul territorio della provincia di Livorno.

Troverai consulenza, servizi ed in più tanti vantaggi dai nostri partner nazionali e locali che riservano sconti ed offerte esclusive per gli associati CNA.

Chiama lo 0586 267111 per informazioni e per un appuntamento con uno dei nostri esperti nella creazione d’impresa.

Da 75 anni CNA in provincia di Livorno è vicina alla piccola e media impresa locale, vero cuore pulsante dell’Italia.

vetrofania pane

Solo pane fresco, grazie

Pane fresco o conservato? Obbligo di indicazione presso le rivendite

CNA distribuisce una vetrofania per riconoscere chi vende quello fresco

 

Finalmente, dopo un’attesa quasi decennale, si può distinguere tra pane fresco e pane conservato. L’assenza normativa che ha consentito per anni di spacciare per freschi filoni e panini ottenuti scongelando semilavorati, spesso importati da fuori Italia ma cotti da noi, è infatti terminata con l’entrata in vigore del decreto del MISE che regolamenta la materia.

Pane fresco è solo quello preparato con un  processo di produzione continuo di massimo 72 ore dall’inizio della lavorazione alla messa in vendita, privo di interruzioni finalizzate al congelamento o surgelazione, senza additivi conservanti e trattamenti ad effetto conservante. Tutto il resto è pane conservato e deve essere messo in vendita in scaffali separati da quello fresco, con una dicitura aggiuntiva che ne specifici il metodo di conservazione come “pane sottoposto a processo di surgelazione” o “pane decongelato” e le modalità di conservazione e consumo.

“Orientarsi tra i panifici realmente artigianali ed i rivenditori della grande distribuzione può non essere semplice – spiega Ilaria Niccolini di CNA Alimentare Livorno – per questo per aiutare i consumatori a distinguere le due specie, evitando loro di essere messi fuori strada con diciture escogitate ad hoc per aggirare l’obbligo (come pane di oggi”, “pane caldo”, “pane appena sfornato” o similari) CNA Livorno ha realizzato una apposita vetrofania a disposizione gratuita dei panifici associati che vendono pane fresco, con cui si segnala in chiara evidenza la caratteristica del prodotto così come disposto dalla normativa. La vetrofania inoltre – conclude Ilaria Niccolini – ha quindi anche lo scopo di valorizzare la qualità del prodotto artigianale preparato in loco”.

locandina estetica sociale1

Estetiste volontarie per pazienti oncologiche a Livorno

“Coccole di benessere” al Centro di Riabilitazione Oncologica di Livorno

Livorno Donna e le estetiste CNA insieme per le donne

 

Ha passato il giro di boa a Livorno il primo ciclo di laboratori “Coccole di benessere” il percorso gratuito di Estetica Sociale per le pazienti operate di tumore al seno: l’iniziativa della CNA insieme all’associazione Livorno Donna – Salute e Cultura Onlus (che ha sede presso l’ospedale di Livorno, vicino al reparto di oncologia sotto la cupola dell’ex accesso al pronto soccorso).

Nuove donne si sono avvicinate a questi laboratori, grazie all’attività dell’associazione e ne sono emerse esperienze arricchenti per tutti dal punto di vista umano e professionale.

“Come estetiste associate alla CNA – spiega Francesca Maffei presidente della categoria – abbiamo pensato che fosse bello dedicare un po’ del nostro tempo e della nostra professionalità a servizio di quelle donne che stanno vivendo un periodo molto complesso della propria vita. E’ il principio dell’estetica sociale, cioè il considerare il benessere, il sentirsi meglio con se stesse come un fattore importante per la socializzazione e la risocializzazione”.

Chi ci è passato  sa come una donna può sentirsi in seguito ad un intervento o durante una terapia oncologica, La possibilità di tornare a dedicare un po’ di attenzione femminile al proprio corpo è un passaggio delicato ma spesso molto utile per la donna; per questo Livorno Donna ha accettato volentieri la proposta di Cna di inserire la presenza di estetiste qualificate fra le attività della nostra associazione, ed ha preso contatto con la AUSL per ottenere tutti i permessi necessari, nonché la collaborazione delle equipe dei reparti di oncologia e dermatologia che da sempre sono preziosamente vicini all’associazione condividendone le attività. I laboratori di benessere si svolgono ogni due settimane presso la sede del Ce.Ri.On all’ospedale (il Centro di Riabilitazione Oncologica), con partecipazione previo appuntamento al numero dell’associazione 331/7309227”.

“Le estetiste, tutte rigorosamente in regola con i corsi obbligatori di aggiornamento, parteciperanno in modo del tutto volontario e gratuito ai laboratori – afferma il coordinatore sindacale CNA Alessandro Longobardi – e non eseguiranno ovviamente alcun trattamento che possa essere controindicato dalle terapie in corso o secondo le eventuali controindicazioni dei medici ospedalieri. Tutto avverrà come sempre con strumenti monouso ed i prodotti utilizzati, altamente testati, saranno offerti dalla Rilastil che ringraziamo per la collaborazione. Si tratterà per le estetiste di fare un po’ di “coccole rilassanti” per le signore, massaggi viso, mani e piedi, trucco, maschere rilassanti, leggere manicure e pedicure chiaramente senza l’uso di taglienti o pungenti o prodotti aggressivi per la pelle, e senza l’utilizzo di apparecchi estetici”.

Le estetiste CNA che hanno dato la loro disponibilità al progetto al momento sono:, Monica Colombini, Francesca Maffei, Alessandra Panariello, Francesca Russo, Sonia e Susanna Sainati, Monica Wust ma altre potranno aggiungersi in seguito.

banner 4.0 call fornitori2

Tecnologia per le imprese