Articoli

Installatori e manutentori termoidraulici: al via un ciclo di seminari online

Seminari gratuiti di approfondimento professionale per installatori e manutentori termoidraulici

CNA Installazione e Impianti Toscana avvia dei corsi di aggiornamento professionale di elevato contenuto tecnico dedicati a tutti gli installatori e manutentori termoidraulici riguardanti alcune norme UNI di frequente utilizzo nel settore e che si traducono nella regola dell’arte alla quale le imprese devono uniformarsi e a cui far riferimento nella stesura della dichiarazione di conformità.

Ciascuna lezione avrà la durata di 2 ore e verrà tenuta da esperti progettisti e docenti specialisti nel settore.

Docenti degli incontri: Ing. Giovanni Raimondini e Ing. Massimiliano Rossi

Calendario

26 Aprile 2022 ore 18

UNI 10389-2 – 2 ore – Procedure per l’analisi dei prodotti della combustione e la misurazione del rendimento di combustione dei generatori di calore alimentati a biomassa legnosa

12 Maggio 2022 ore 18

UNI 8065 – 2 ore – Trattamento dell’acqua negli impianti per la climatizzazione invernale ed estiva, per la produzione di acqua calda sanitaria e negli impianti solari termici

30 Maggio 2022 ore 18

UNI 10436 – 2 ore – Controllo e manutenzione della caldaie a gas per uso domestico e similare, destinate al riscaldamento di ambienti con o senza produzione di acqua calda sanitaria, aventi portata termica nominale non maggiore di 35 kW.

15 Giugno 2022 ore 18

UNI 10738 – 2 ore – Impianti a gas, per uso domestico, in esercizio – Requisiti essenziali per il funzionamento in sicurezza

30 Giugno 2022 ore 18

UNI 10412 – 2 ore – Impianti di riscaldamento ad acqua calda – Requisiti di sicurezza –

15 Luglio 2022 ore 18

UNI 11528 – 2 ore – Impianti a gas di portata termica maggiore di 35 kW – Progettazione, installazione e messa in servizio

30 Luglio 2022 ore 18

UNI 10845 – 2ore – Impianti a gas per uso civile – Sistemi per l’evacuazione dei prodotti della combustione: criteri di verifica e risanamento

Per informazioni e per richiedere il link di accesso ai corsi, è possibile contattare Ilaria Niccolini al numero 3477169561 oppure via mail all’indirizzo ilaria.niccolini@cnalivorno.it

 

Pratiche commerciali sleali nella filiera agroalimentare – webinar gratuito

Pratiche commerciali sleali – un webinar di approfondimento

CNA Toscana ha organizzato per mercoledì 4 maggio un webinar dal titolo “Pratiche commerciali sleali nelle relazioni della filiera agroalimentare”.

Pratiche commerciali sleali: il 15 dicembre 2021 è entrato in vigore il Decreto Legislativo 8 novembre 2021.

Il DLGS definisce le pratiche commerciali vietate; razionalizza e rafforza il quadro giuridico per una maggior tutela dei fornitori e degli operatori della filiera agricola; definisce che i contratti di cessione devono essere basati su principi di trasparenza, correttezza, proporzionalità e reciproca corrispettività delle prestazioni; determina che i contratti devono essere conclusi obbligatoriamente mediante atto scritto stipulato prima della consegna dei prodotti ceduti.

L’obiettivo di questo webinar è di approfondire la nuova normativa evidenziando potenzialità ed eventuali criticità nell’ottica di favorire una migliore conoscenza del fenomeno. Non sarà più possibile imporre condizioni contrattuali eccessivamente gravose, come ad esempio la vendita di prodotti agricoli/alimentari a prezzi al di sotto dei costi di produzione. Vengono così definitivamente riequilibrati i rapporti di forza tra le parti negli scambi commerciali.

PROGRAMMA

15.00 Apertura lavori

Sabrina Fattorini, Presidente CNA Agroalimentare Toscana

15.15 Pratiche Sleali e ruolo di CNA Agroalimentare

Gabriele Rotini, Responsabile CNA Agroalimentare Nazionale

15.45 Il rapporto contrattuale fornitore/cliente alla luce del D.Lgs. Pratiche Sleali

Vito Rubino, Professore associato di diritto dell’Unione Europea, Università del Piemonte Orientale

Rossana Pennazio, Ricercatrice di Diritto Agrario, Università del Piemonte Orientale

16.45 Dibattito/Domande

Coordina: Mauro Vestri, Responsabile CNA Agroalimentare Toscana

Per maggiori informazioni e per ricevere il link di registrazione è possibile contattare Valentina Bonaldi, Coordinatrice CNA Agroalimentare al numero 3482302066 oppure via mail all’indirizzo valentina.bonaldi@cnalivorno.it

Rifiuti sanitari – convenzione CNA ed EcoEridania

Rifiuti sanitari: da oggi una convenzione per gli associati alla CNA Livorno.

CNA Livorno ha sottoscritto un accordo in merito alla raccolta di rifiuti sanitari con EcoEridania SpA, società leader in Italia ed in Europa nella raccolta, trasporto e smaltimento di rifiuti speciali.

Le imprese associate alla CNA Territoriale di Livorno avranno la possibilità di rivolgersi ad EcoEridania per lo smaltimento di rifiuti sanitari a rischio infettivo (CER 180103* – 16.02.11* – 16.02.13* – 16.0214* – 20.01.21* – 16.06.01* – 08.03.18*) a tariffe agevolate e fisse.

Il servizio di EcoEridania prevede:

  • raccolta/prelievo presso i singoli clienti dei rifiuti sanitari a rischio infettivo;
  • trasporto del materiale raccolto verso gli impianti di smaltimento autorizzati secondo la normativa vigente e relativo conferimento;
  • messa a disposizione di contenitori monouso per il corretto confezionamento e il successivo trasporto di tali rifiuti.

Per conoscere i termini della convenzione e le tariffe è possibile rivolgersi ai nostri uffici in via M. L. King 15 o scrivere una mail a valentina.bonaldi@cnalivorno.it 

 

Furti aree artigianali: CNA incontra il Prefetto

Sicurezza nelle aree artigianali della provincia: CNA ricevuta dal Prefetto

Controllo attento del territorio attraverso il coordinamento delle forze dell’ordine, rapporto più stretto con le amministrazioni comunali e disponibilità alla collaborazione con esse sui progetti relativi agli impianti di videosorveglianza: è quanto è emerso dall’incontro svoltosi questa mattina fra il Prefetto Paolo D’Attilio ed una delegazione della CNA provinciale di Livorno composta dal Vicepresidente Carlo Santucci, il direttore Dario Talini ed il coordinatore dell’area Livorno-Collesalvetti Alessandro Longobardi.

“Abbiamo apprezzato la tempestività con cui il Prefetto ha risposto alla nostra richiesta di incontro sul delicato tema della sicurezza nelle aree artigianali di tutta la provincia – afferma Santucci – perché l’escalation degli episodi di furto o tentati furto ai danni delle imprese sta creando molta preoccupazione e rabbia fra le stesse. D’Attilio ci ha assicurato che l’attenzione sul tema da parte delle forze dell’ordine è massima e che sono in corso le indagini per identificare i responsabili delle catene di razzie svoltesi in più comuni. Gli episodi più recenti in Val di Cornia e nel livornese hanno esasperato gli imprenditori che tramite CNA hanno chiesto aiuto alle istituzioni. L’associazione vuole essere sul tema della sicurezza non solo un riferimento per le aziende, ma anche un partner per le amministrazioni comunali affinchè si sviluppino in breve tempo progetti che aumentino la videosorveglianza delle zone commerciali ed artigianali troppo spesso trascurate sia sul versante del controllo, che del decoro. Abbiamo già avuto positivi riscontri nella zona di San Pietro in Palazzi e più recentemente a Piombino e Venturina. Chiediamo anche agli altri comuni di instaurare un dialogo costruttivo ed operativo su questa tematica divenuta urgentissima e molto sensibile per le imprese”.

 

Donne Digitali: ciclo di webinar gratuiti

Il comitato CNA Impresa Donna organizza “Donne Digitali” un ciclo di webinar gratuiti rivolti alle donne delle imprese nostre associate.

Comunicare, vendere e lavorare on line sono argomenti che hanno preso sempre più forza in questi ultimi mesi di convivenza con la pandemia, ed è per questo che conoscere il funzionamento ed i segreti del mondo digitale è sempre più strategico per una impresa.

“Il tema del digitale è uno dei temi imprescindibili nell’imprenditoria odierna – spiega Valentina Bonaldi, coordinatrice di CNA Impresa Donna – essendo uno dei principali canali di comunicazione e di promozione sia verso i clienti attuali che quelli da raggiungere. Ma non solo, perché oggi anche parte del lavoro può spostarsi on line attraverso nuovi strumenti di gestione. Ed è per questo che le imprenditrici del comitato hanno chiesto sull’argomento un approfondimento professionale da aprire a tutte le altre donne impegnate nelle aziende del territorio. Gli incontri si svolgeranno tutti i lunedì di febbraio e saranno dedicati a diversi temi ed agli strumenti più utili a creare un’adeguata presenza online per la propria impresa.

Nello specifico il ciclo si articolerà in quattro appuntamenti, tutti con orario 11.30 – 12.30, su argomenti specifici:

  • 07/02 – Come avere una presenza digitale nel 2022: tutti gli strumenti del web
  • 14/02 – Social media marketing: cosa funziona sui social e come farsi notare
  • 21/02 – Come avere un sito web performante
  • 28/02 – Strumenti per la gestione del lavoro online

Relatrice degli incontri sarà Alessandra Renai, Social & Marketing Strategist di 6EMME Studio.

È possibile iscriversi ad uno o tutti gli appuntamenti tramite il modulo presente a questo link: https://forms.gle/cUy7GN3atRQHmPHL7 

Per maggiori informazioni è possibile contattare Valentina Bonaldi al 3482302066 oppure via mail all’indirizzo valentina.bonaldi@cnalivorno.it

Webinar “Nuova piattaforma europea sul distacco dei conducenti – Istruzioni pratiche”

CNA Fita Toscana organizza un webinar dal titolo “Nuova piattaforma europea sul distacco dei conducenti- istruzioni pratiche”.

Con l’entrata in vigore della Direttiva Europea 1057/2020 il prossimo 2 febbraio, infatti, le imprese che svolgono trasporti stradali internazionali che prevedono operazioni di cabotaggio dovranno registrare i viaggi su questa piattaforma telematica.
L’incontro si svolgerà online giovedì 3 febbraio, dalle ore 18.

Introduzione e illustrazione del contesto normativo – Mariacaterina Frallonardo, Coordinatrice CNA Fita Toscana
Istruzioni pratiche sull’utilizzo della piattaforma – Matteo Fabbri, Referente Nazionale per il Trasporto Europeo CNA Fita

Partecipa al webinar

Corsi di formazione antincendio febbraio 2022

In partenza nuovi corsi di formazione antincendio a Livorno nel mese di febbraio 2022

CNA Servizi formazione organizza per il mese di febbraio nuovi appuntamenti per corsi antincendio e corsi di aggiornamento.

Le date delle diverse tipologie di corsi sono le seguenti:

– Corso rischio basso (4 ore): teoria in FAD – 14 febbraio 2022 h. 14,30-18,30

– Corso rischio medio (8 ore):

  • teoria  in FAD – 14 febbraio 2022 h. 14,30-18,30
  • parte pratica – 15 febbraio 2022 h. 14,30-18,30 presso Vincis Via R. Renucci 7, Livorno

– Corso di aggiornamento rischio basso (2 ore): teoria in FAD – 14 febbraio 2022 h. 16,30-18,30

– Corso di aggiornamento rischio medio (5 ore):

  • teoria in FAD – 14 febbraio 2022 h. 14,30-16,30
  • parte pratica – 15 febbraio 2022 h. 14,30-17,30 presso Vincis Via R. Renucci 7, Livorno

Per tutti la scadenza delle iscrizioni è il 7 febbraio 2022

Per informazioni ed iscrizioni è possibile contattare Cecilia Nieri allo 0586815245 oppure via mail all’indirizzo cecilia.nieri@cnalivorno.it

Romeo Lenzi, in pensione dopo 51 anni di attività

ROMEO LENZI, STORICO ARTIGIANO LIVORNESE, DOPO 51 ANNI DI ATTIVITÀ, HA DECISO DI ANDARE IN PENSIONE

E così dopo oltre 50 anni di attività il nostro associato Romeo Lenzi, ha deciso di chiudere la sua impresa con la fine dell’anno in corso.

La CNA di Livorno ha deciso di omaggiare la sua straordinaria carriera di artigiano e la lunga fedeltà all’associazione con una pergamena celebrativa per il contributo dato alla storia dell’economia locale.

Il 31 dicembre 2021 sarà una data che ricorderanno per anni in casa Lenzi, perché si chiude un ciclo iniziato nel lontano 1947, quando Romeo Lenzi aveva iniziato a lavorare presso l’officina del padre, allora in via delle Cateratte.

Oggi, in via delle Sorgenti, sede attuale dell’officina meccanica Lenzi Romeo, si smaltiscono macchinari e materie prime, che non sono solo strumenti, ma bensì i ricordi di una vita intera.

Romeo, insieme alla sua famiglia, ha deciso che raggiunti i 92 anni, adesso è tempo di dedicarsi a qualche hobby al di fuori della sua amata officina. “Sia chiaro – ci dice – la morsa, l’incudine e qualche altro macchinario per adesso non se ne andranno dal mio capannone”, e noi lo comprendiamo benissimo perché Romeo è un artigiano che ha il suo mestiere nel DNA, e che non riuscirà mai a lasciarlo andare del tutto.

Nato il 21 gennaio del 1929, ha imparato i lavori manuali fin da piccolissimo. A 8 anni preparava i disegni per aiutare la mamma nel ricamare le lenzuola di lino, che poi vendeva per i corredi di nozze. E poi, raggiunta la maggiore età, ha iniziato ad affiancare il padre imparando un mestiere che non ha più voluto abbandonare.

“La sua è stata ed è tuttora una ditta molto rinomata in zona, apprezzata soprattutto per la capacità di spaziare in svariati ambiti di applicazione con lavori di alta qualità e precisione. – commenta Ilaria Niccolini, coordinatrice di CNA Produzione Livorno – È difficile al giorno d’oggi trovare professionalità, dedizione ed esperienza paragonabili a quelle del sig. Lenzi.”

Ripercorrendo insieme i decenni di attività, Romeo ci ha raccontato alcuni aneddoti che rendono l’idea della capacità di adattarsi alle commesse sempre diverse e ci restituiscono la storia non solo dell’azienda, ma di tutto il nostro territorio. Negli anni della seconda guerra mondiale, al fianco di Tito Neri, ha studiato come ridare vita ai rimorchiatori purtroppo affondati durante il conflitto, arrivando poi ad elaborare copiatori per fare le camme e nuove pompe di iniezione, rimettendo in sesto la flotta.

Oppure quando prestò le sua abilità alle macchine della ditta Bizzarrini, una delle realtà più creative di auto sportive italiane, per la quale alla fine degli anni 60 progettò e realizzò le sospensioni in Elektron, costosissimo materiale molto più leggero e resistente dell’alluminio, le coppe del motore modificate per contenere più olio, e gli attacchi tra motori e cambio studiati ad hoc per poter combinare pezzi di matrice inglese con le parti italiane delle autovetture. Di tutti questi custodisce ancora gelosamente i disegni nel suo archivio sconfinato di progetti. Ed ancora oggi, Romeo Lenzi è un punto di riferimento per i molti possessori di macchine da corsa da strada per i quali realizza modifiche, e che a partire da gennaio dovranno cercare altrove la stessa qualità produttiva.

E proprio perché la capacità di studio, di progettazione e produzione di questa realtà artigianale non ha davvero conosciuto confini, tra i lavori che sono ancora nel cuore del socio fondatore ci sono anche la costruzione dei bulbi per le imbarcazioni dello storico cantiere navale Benello, attivo a Livorno fino alla metà degli anni 70, o ancora i chiusini in ghisa (i tombini delle linee telefoniche a terra) per la Teti, azienda livornese da cui poi ebbe origine la Sip.

C’è tutto questo e molto altro nella vita personale e professionale di Romeo Lenzi, un bagaglio culturale ed esperienziale che andrebbe valorizzato maggiormente ed apprezzato, affinché non si perdano certi tipi di manualità e produttività che hanno fatto la storia dell’industria italiana.

 

Corso per Addetti alla Conduzione e Manutenzione di Impianti Elettrici

CNA organizza nel mese di novembre, un corso ON LINE per Addetti alla Conduzione e Manutenzione di Impianti Elettrici per Persona Esperta (PES) e Persona Avvertita (PAV), secondo quanto indicato nel D. Lgs. 81/08 e norma CEI 11-27.

Cliccando qui potete scaricare la scheda di presentazione del corso con il relativo programma completo di date e quota di partecipazione.

É inoltre possibile richiedere il rimborso del 50% della quota di partecipazione al corso, grazie ad un bando della Camera di Commercio che finanzia questo percorso formativo. Sarà però opportuno presentare domanda entro la scadenza del 15 dicembre 2021, fino ad esaurimento fondi.

Per richiedere ulteriori informazioni o per procedere con l’iscrizione, contattare Cecilia Nieri al n. 0586.815245 o scrivere alla seguente mail: cecilia.nieri@cnalivorno.it

Silvestrini: “Le donne fondamentali per vincere la sfida dell’innovazione”

L’innovazione è la sfida principale che deve affrontare il Paese e per vincerla è determinante l’universo femminile”. Sergio Silvestrini, Segretario Generale della CNA, partecipa all’assemblea di CNA Impresa Donna, e sottolinea la necessità per la società italiana di “cambiare, crescere culturalmente” e in questo processo le donne devono offrire un contributo determinante perché “sono più aperte al cambiamento e sono più creative”. Non sono parole retoriche e tantomeno un cortese omaggio ma una verità che deve essere declinata nelle scelte per guardare al futuro con ottimismo. Silvestrini e la presidente di CNA Impresa Donna, Maria Fermanelli, sono stati intervistati dalla giornalista del Corriere della Sera Antonella Baccaro dopo il messaggio inviato dalla Ministra per le Pari opportunità Elena Bonetti che ha espresso apprezzamenti alla CNA per i contributi positivi e la collaborazione nella costruzione di un ambiente nuovo, per ridurre le disparità di genere. “E’ necessario promuovere il femminile anche nell’imprenditoria – ha detto Bonetti – sviluppando adeguati strumenti di welfare”.

Maria Fermanelli ha evidenziato che “la vera sfida è portare le tutele esistenti nel lavoro dipendente anche nel lavoro autonomo. E’ complicato, complesso ma è la strada da intraprendere”. La presidente di CNA Impresa Donna ha poi evidenziato il ruolo delle piccole imprese. “La nostra indagine mostra che nelle micro imprese sostanzialmente non esiste disparità retributiva tra uomini e donne. Le piccole attività sono portatori di opportunità, dobbiamo uscire dal luogo comune che sono un ostacolo allo sviluppo. Non è vero che tutti i piccoli imprenditori vogliono crescere – ha detto – invece è assolutamente vero che tutti vogliono diventare migliori”.

Per Silvestrini la fase che stiamo vivendo “ci ha fatto scoprire di nuovo parole dimenticate a partire dal welfare. Abbiamo riscoperto il significato di politiche pubbliche e il senso della comunità”. Il Segretario Generale della CNA tuttavia ha sottolineato che la pandemia ha evidenziato il ruolo fondamentale dell’intermediazione sociale, la preziosa funzione sociale svolta dai corpi intermedi. Non lo dico io ma è la storia a decretare la fine della disintermediazione”. “Coinvolgere le parti sociali nella definizione delle traiettorie di sviluppo risponde all’interesse generale. In questo senso sarebbe un segnale importante la partecipazione del presidente del consiglio Mario Draghi alla nostra assemblea nazionale”.

Silvestrini poi si sofferma sulle priorità del paese, dalla sfida dell’innovazione all’invecchiamento demografico. “Un paese che non fa figli è destinato alla decadenza. Occorre una vera e propria rivoluzione partendo dal principio che proteggere le donne significa assicurare una prospettiva all’Italia”.

Il Segretario generale della CNA sottolinea poi la necessità di crescita culturale e di cambiamento che “riguarda tutti. Tutti siamo coinvolti in questo processo”. Fondamentale è la formazione, è “la conditio sine qua non che deve essere estesa anche agli autonomi e agli imprenditori” ma occorre anche uscire da una visione orizzontale della società. “Si deve tornare a premiare gli educatori e gli insegnanti e riconoscere il merito. Elementi fondamentali per dare una identità e una visione all’Italia”.