aeroelba

Chiarezza sull’aeroporto dell’Elba

Aeroporto dell’Elba: guai a ripetere la stessa storia

Serini: “Vogliamo sapere cosa c’è dietro le mosse del Comune di Rio”

 

“Credo che sia arrivato il momento di dare risposte sincere agli interrogativi che sorgono nel seguire l’andamento delle questioni inerenti l’Aeroporto dell’Elba (non di Marina di Campo, ma dell’Elba) – afferma il presidente di Cna Maurizio Serini – e credo che le stesse domande se le debbano porre anche tutte le parti interessate al mantenimento e sviluppo dello scalo Elbano, perché vogliamo capire cosa realmente sta succedendo, ed è ora che ognuno si prenda le proprie responsabilità.

Prima di intervenire abbiamo aspettato l’iniziativa “Si Livorno va avanti” svoltasi a Livorno il 12 Novembre in CCIAA dove tutte le Associazioni di Categoria e Sindacali hanno sottolineato le esigenze infrastrutturali della nostra provincia alla presenza della Regione Toscana, Enti territoriali e Comuni, abbiamo aspettato anche dopo l’articolo del 18 ultimo scorso da parte dell’amministrazione Riese,  ed abbiamo aspettato anche l’esito della Conferenza dei Sindaci avvenuta il 19: adesso basta aspettare.

Proprio nel documento elaborato per l’evento in Cciaa era ed è presente, ovviamente, anche l’aeroporto Elbano che si presentava con una valutazione di sostenibilità e sviluppo decisamente migliore rispetto al passato, tutto grazie al lavoro svolto negli ultimi mesi in concerto tra l’Ente Camerale, le Associazioni di Categoria, Alatoscana, i Comuni elbani, la Gestione Associata del Turismo e altri soggetti che hanno sostenuto il precorso individuato: si aveva l’impressione che, per una strana combinazione cosmica, questa sarebbe stata l’unica occasione della storia Elbana dove si trovava unità di intenti per una strategia territoriale di fondamentale importanza.

Ebbene no – continua Serini – anche questa volta gli interessi personali hanno sopraffatto quelli generali: il sindaco Corsini del Comune di Rio, unico fuori dal coro tra le Amministrazioni Elbane, che nei mesi precedenti ha portato la discussione in merito oltre i limiti delle tempistiche che erano richieste (nonostante le sollecitazioni continue da parte di tutti i soggetti interessati), ha presentato un parere legale di uno studio privato che indica dubbi sulla procedura individuata per la creazione del fondo di garanzia, linea confermata proprio nell’ultima Conferenza dei Sindaci. Vogliamo capire allora – sottolinea il presidente di Cna – come mai il parere non sia stato richiesto all’Avvocatura della Regione Toscana, organo competente sull’oggetto, ci chiediamo come mai non si sia voluto il confronto tecnico con la struttura della Camera di Commercio e ci chiediamo quale sia il reale motivo dell’allontanamento dell’Amministrazione Riese dal percorso individuato.

Ovviamente, in attesa di queste risposte, continueremo a lavorare nel merito, in vista dell’incontro del 10 Dicembre a Firenze presso gli uffici Regionali, e sarà fatta richiesta formale all’Avvocatura della Regione Toscana di valutazione sulla procedura in oggetto. Rimane il rammarico di vedersi ripetere ancora la stessa storia di un’Isola divisa, incapace di percorrere una strada in cui prevalga il bene comune”.

DOWNLOAD

download-1536638_1920

Cassa di risparmio Livorno

Cassa_risparmio_lucca_pisa_livorno

tirocini regione1

Tirocini formativi finanziati: approvata la nuova disciplina dalla Regione Toscana

san.arti

San.Arti, il fondo di assistenza sanitaria integrativa per i lavoratori dell’artigianato, gli imprenditori ed i loro nuclei familiari

Mediazione civile e commerciale CNA

Mediazione civile e commerciale CNA

unioncamere2

Indagine Excelsior sull’andamento dell’occupazione

Avviso alle Imprese 

 

logo_unioncamere

Unioncamere, in accordo con le Camere di commercio, sta realizzando anche quest’anno il Progetto Excelsior – approvato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e giunto alla sua diciannovesima edizione – finalizzato al miglioramento delle conoscenze sull’andamento dell’occupazione nelle imprese ed alla relativa richiesta di profili professionali.

Il 15 novembre è stato dato inizio all’indagine Excelsior sull’andamento dell’occupazione nel quarto trimestre 2016 (ottobre-dicembre 2016).

Per il periodo che va dal 15 al 25 novembre il progetto prevede il monitoraggio delle previsioni di assunzione  su un campione costituito da imprese e studi professionali con dipendenti distribuiti su tutto il territorio nazionale e selezionate casualmente dagli archivi delle Camere di Commercio.

Il 14 novembre scorso Unioncamere, attraverso la casella di posta unioncamere@cert.camcom.it, ha inviato alle PEC di un gruppo selezionato di imprese la lettera di invito alla compilazione del questionario e le relative modalità di funzionamento dell’indagine.

La rilevazione verrà realizzata attraverso un’interfaccia online accessibile direttamente attraverso uno specifico link riportato nella lettera inviata alle imprese via PEC. La società InfoCamere è stata incaricata di fornire alle imprese assistenza nella redazione del questionario attraverso il seguente numero dedicato 06/64892289, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 09:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00, o tramite il seguente indirizzo e-mail excelsior@infocamere.it.

Nel corso dell’indagine le imprese potrebbero essere contattate dalla Camera di Commercio con lo scopo di agevolare lo svolgimento della rilevazione.

Il termine ultimo per la compilazione del questionario è previsto per il 25 novembre.

Al termine della ricerca, Unioncamere e le singole Camere di Commercio renderanno noti, in forma anonima e aggregata, i risultati ottenuti.

Nel frattempo, sul sito http://excelsior.unioncamere.net sono disponibili i principali risultati della scorsa edizione.