cropped-1.png

NEWS

Aumento quotidiano del gasolio uccide l’autotrasporto: possibile un fermo

“L’aumento ormai quotidiano del costo del gasolio sta uccidendo il settore dell’autotrasporto e se non interverrà immediatamente il Governo è probabile un fermo della categoria già dai prossimi giorni”. A lanciare l’allarme è Massimo Angioli, presidente di CNA FITA, principale associazione di rappresentanza dell’autotrasporto nella provincia di Livorno, che intende portare all’attenzione delle Istituzioni, degli enti competenti in materia, della committenza operante nel porto di Livorno e delle loro associazioni di rappresentanza ed alle organizzazioni sindacali, le gravi difficoltà cui stanno andando incontro le imprese del settore a causa dell’aumento dei costi di servizio.

“Si tratta in particolare – continua Angioli – dei prezzi di carburanti (che salgono in modo spropositato ogni giorno) e additivi, ma vi incidono anche i costi dei pedaggi, delle manutenzioni, delle parti di ricambio, assicurazioni, acquisti, leasing e di tutte le componenti il costo del lavoro”.

“Il Ministero delle Infrastrutture e delle Mobilità Sostenibili, anche su nostra richiesta – aggiunge il coordinatore provinciale di CNA FITA Alessandro Longobardi – ha aggiornato il 22 febbraio u.s. i “Valori indicativi di riferimento dei costi di esercizio delle imprese di autotrasporto”, certificando in sostanza tali notevoli aumenti, tabella comunque purtroppo già superata dall’aumento che i carburanti hanno avuto da gennaio ad oggi. Pur non avendo natura cogente, tali valori rappresentano i costi di esercizio in difformità dai quali vengono meno gli idonei livelli di sicurezza stradale e sociale: sono due fattori su cui l’intera economia portuale e locale non può transigere.

Le recenti disposizioni assunte dal Ministero a sostegno della categoria risultano evidentemente insufficienti”.

“CNA FITA – aggiunge Angioli – denuncia inoltre la presenza in porto a Livorno di soggetti abusivi e di imprese che viaggiando costantemente ed abbondantemente al di sotto dei richiamati costi di esercizio, devono giocoforza violare norme relative alla regolarità del personale, all’applicazione dei contratti nazionali di lavoro, alla sicurezza sul lavoro e dei mezzi. Vi è inoltre costante presenza sulle strade pubbliche poste al di fuori dei varchi portuali di mezzi operativi non abilitati a tale transito, impegnati in trasporti per cui è inoltre richiesta all’autista specifica patente.

Tutte queste presenze, oltre a rappresentare un pericolo a livello di sicurezza sul lavoro e stradale, costituiscono una grave turbativa della concorrenza. CNA FITA fa quindi appello agli organi deputati al controllo ed alle Forze dell’Ordine, affinché vengano effettuati sempre maggiori azioni di verifica e repressione degli illeciti”.

“Stanti questi presupposti e comunque nel rispetto del libero mercato e della concorrenza (leale) – conclude Longobardi – anche le aziende di autotrasporto del territorio per rimanere nella legalità e nella economicità della loro attività, si vedono obbligate intanto ad allineare le proprie tariffe all’aumento costante dei costi di esercizio, come già successo per molti settori operanti sul porto di Livorno. Inoltre, se la situazione del costo dei carburanti non vedrà a brevissimo un intervento da parte del Governo, il settore dell’autotrasporto sarà costretto a fermarsi già dai prossimi giorni”.

Hanno già aderito al documento inviato alle Istituzioni ed alla committenza le seguenti aziende operanti sul porto di Livorno, in particolare nel settore contenitori:

2Emme Trasporti

Autotrasporti Cusumano Giuseppe

Balint Autotrasporti

Cobra Logistic

Containers Fidenza

Cora Trasporti scarl

De.Ma. Trasporti srl

G.B. Trasporti srl

Gasperini CSC

Giovanni Reori

Gruppo S

Koleci Trasporti

Leghorn Company

Leghorn Trucks scarl

LO.GI. Transport srl

M&M Logistica e Trasporti

Martelli Transport

Monteleone Group

RAT

SAT srls

Settore Trasporti srl

SGAMM srl

Tanoroute srl

Tanuccio Reori

Tour Logistic srl

condividi l'articolo su:

Facebook
LinkedIn
Telegram
WhatsApp
Email

Potrebbe interessarti anche:

Festa Nazionale CNA Pensionati 2023

Siamo lieti di informarvi che anche quest’anno la CNA Pensionati Nazionale, a seguito della decisione della Presidenza Nazionale, ha sottoscritto un accordo con Bluserena S.p.A. …

Leggi tutto >
offerte di lavoro CNAJob provincia di Livorno

Nuove offerte di lavoro su CNAJob

Presso l’Agenzia Per il Lavoro CNA Servizi Formazione accreditata dalla Regione Toscana sono aperte le seguenti ricerche di personale per imprese locali. Offerte di lavoro: …

Leggi tutto >

Webinar dell’Innovazione & TOCC

Segnaliamo un’iniziativa di Artex, in collaborazione con Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, INVITALIA e la Fondazione per la Ricerca e l’Innovazione. Martedì …

Leggi tutto >

Risparmia con
le CONVENZIONI CNA