cropped-1.png

NEWS

CORONAVIRUS: manca l’operatività per i 400 miliardi del Decreto Liquidità

Il “Decreto Liquidità” (in attesa di pubblicazione) destina alle imprese italiane di ogni tipo 400 miliardi di euro sotto forma di garanzie bancarie.

Premettiamo che mancano ancora i provvedimenti attuativi e la modulistica, attesi nei prossimi giorni.

E’ quindi assolutamente prematuro recarsi nel proprio istituto di credito o rivolgersi ai nostri uffici per chiedere informazioni che non potrebbero al momento essere diverse da quelle che troverete qui di seguito.

Vi terremo aggiornati sull’evoluzione della situazione.

In sintesi stati annunciati provvedimenti per le PMI fino a 499 dipendenti e per i professionisti resta centrale proprio il ruolo del Fondo di garanzia. I casi in cui si potrà coprire il 100% attraverso garanzia diretta totale e gratuita sono: per finanziamenti fino a 25mila euro (sia PMI sia persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni) senza valutazione del merito di credito da parte del Fondo e, oltre questa soglia, con una serie di tetti legati al fatturato delle PMI.

In tutte le altre situazioni, fino a un massimo garantibile di 5 milioni, la garanzia sarà concedibile solo entro il 90% (con valutazione generale per gli accantonamenti ma senza la valutazione sull’andamento economico).

In particolare, per le sole Pmi, il 100% sarà possibile a copertura di nuovi finanziamenti concessi a chi ha ricavi fino a 3,2 milioni e fino al minor importo tra il 25% del fatturato e 800mila euro. Non serve l’istruttoria del Fondo sul merito di credito ma il 100% si ottiene solo in forma mista: 90% Stato e 10% Confidi privati.

Garanzia totale anche per prestiti concessi a PMI con fatturato fino a 800mila euro e fino al 15% del fatturato, quindi per un massimo di 120mila euro) (in questo caso serve la valutazione del Fondo). I tassi di interesse dovrebbero collocarsi tra 0,2 e 0,5%. Il Fondo inoltre coprirà anche imprese con inadempienze probabili o con esposizioni “scadute o sconfinanti deteriorate”, purché la classificazione sia successiva al 31 gennaio 2020. Ok anche a imprese ammesse alla procedura del concordato con continuità aziendale dopo il 31 dicembre 2019.

Per le imprese medie e grandi il prestito assistito non potrà superare il valore più grande fra il 25% del fatturato e il 200% dei costi del personale e le garanzie, da rilasciare entro fine 2020 per una durata fino a 6 anni, non potranno riguardare imprese titolari di esposizioni deteriorate nei confronti della banca o in crisi secondo i parametri Ue (regolamento 651/2014).

Il livello delle garanzie scenderà al crescere della dimensione d’impresa: 90% per le aziende con meno di 5mila dipendenti e 1,5 miliardi di fatturato, 80% con più di 5mila dipendenti e fatturato fino a 5 miliardi e 70% per le più grandi.

Ma ci sono tre vincoli: niente dividendi, accordi con i sindacati su eventuali tagli occupazionali, finanziamenti solo per stabilimenti italiani. Sul versante delle realtà più piccole opererà invece il rafforzamento del Fondo di garanzia dello Sviluppo economico.

In sintesi, i tempi più rapidi di procedura automatica si potranno avere fino a 25 mila euro, sia per PMI sia per partite Iva, comunque non oltre il 25% del fatturato del beneficiario dell’ultimo bilancio (con restituzione fino a 6 anni e inizio del rimborso non prima di 18-24 mesi).

condividi l'articolo su:

Facebook
LinkedIn
Telegram
WhatsApp
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe interessarti anche:

Digital copywriting corso gratuito settembre 22

Digital copywriting: formazione gratuita per disoccupati a Livorno

CNA Servizi Formazione promuove un corso di formazione gratuito per disoccupati dal titolo: Digital Copywriting  – creatività  e linguaggi per il marketing digitale. Il percorso …

Leggi tutto >
formazione FER Livorno 2022

Formazione FER – Fonti Energie Rinnovabili

FER: un corso di aggiornamento per responsabile tecnico online CNA Livorno organizza il corso di aggiornamento FER – fonti energie rinnovabili rivolto ai responsabili tecnici …

Leggi tutto >
corsi primo soccorso Livorno

Corsi ed aggiornamento per addetto al primo soccorso – novembre 2022

Sono in programma per il mese di novembre due appuntamenti per chi avesse necessità di effettuare il corso abilitante per addetto al primo soccorso, sia …

Leggi tutto >

Risparmia con
le CONVENZIONI CNA