NEWS

Registro Elettronico Nazionale per la Tracciabilità dei Rifiuti

Registro Elettronico Nazionale per la Tracciabilità dei Rifiuti

RENTRI: il registro digitale per la tracciabilità dei rifiuti

Il RENTRI, acronimo di Registro Elettronico Nazionale per la Tracciabilità dei Rifiuti, è il nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti istituito con Decreto n. 59/2023 per assolvere agli adempimenti delle scritture obbligatorie per i partecipanti alla gestione dei rifiuti (produttori, trasportatori, smaltitori, ecc.).

Gli obiettivi di questo nuovo sistema sono:

  • trasmissione in tempo reale dei dati da parte di tutti gli operatori di filiera (produttori, trasportatori, gestori di rifiuti)
  • maggiore omogeneità e fruibilità dei dati
  • riduzione di oneri amministrativi per le imprese
  • maggiore efficacia delle attività di controllo
  • miglioramento delle strategie di economia circolare
  • modifica del sistema sanzionatorio

L’entrata in vigore prevede un lungo periodo transitorio che si estende su un arco temporale che va da 18 ai 30 mesi secondo la tipologia e le dimensioni delle imprese obbligate come da schema seguente:

Categoria Tempistiche di iscrizione
Enti o imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi con più di 50 dipendenti e tutti gli altri soggetti diversi dai produttori iniziali Entro il 13 febbraio 2025
Enti o imprese produttori di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi con più di 10 dipendenti Entro il 14 agosto 2025
Tutti i restanti produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi Entro il 13 febbraio 2026

Considerato il lungo periodo transitorio e le eventuali proposte correttive alla normativa che stiamo ancora portando avanti, non ci sono particolari urgenze per le imprese ed alcune modalità operative presenti oggi potrebbero cambiare in futuro.

Per questo motivo eventuali corsi di formazione specifici sul RENTRI si ritiene siano al momento prematuri, così come la sottoscrizione di contratti per eventuali servizi di gestione dei registri elettronici che ad oggi la norma consente esclusivamente alle associazioni di categoria.

Ci stiamo tuttavia organizzando per fornire servizi e formazione alle imprese per supportarle in questa fase di trasformazione nel momento in cui vi sarà chiarezza nei percorsi da seguire.

Forniremo indicazioni e informazioni aggiuntive appena possibile.

Per eventuali dubbi è possibile contattarci inviando una mail a chiedianoi@cnalivorno.it

condividi l'articolo su:

Facebook
LinkedIn
Telegram
WhatsApp
Email

Potrebbe interessarti anche:

CNA e APEO firmano un accordo per trattamenti su soggetti oncologici

Estetiste, firmato l’accordo con Apeo per trattamenti su soggetti oncologici “Un accordo importante quello firmato oggi tra CNA Estetiste e Apeo che pone l’accento sul fatto che l’esecuzione di ...
Leggi tutto >

Decreto Salva Casa

Il Decreto Salva Casa, approvato dal Consiglio dei Ministri il 24 maggio 2024 e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il 29 maggio 2024 come decreto-legge 69/2024, ...
Leggi tutto >
corso base sicurezza lavoratori CNA Livorno luglio 24

Corso base sicurezza lavoratori – luglio 2024

Si aprono le iscrizioni al nuovo corso base sicurezza lavoratori Si terrà a fine luglio 2024 la nuova sessione dei corsi, a cura della nostra ...
Leggi tutto >

Risparmia con
le CONVENZIONI CNA