cropped-1.png

NEWS

Slitta al 28 febbraio termine pagamento quota Albo Trasportatori

[av_one_full first min_height=” vertical_alignment=” space=” custom_margin=” margin=’0px’ padding=’0px’ border=” border_color=” radius=’0px’ background_color=” src=” background_position=’top left’ background_repeat=’no-repeat’ animation=” mobile_display=”]

[av_textblock size=” font_color=” color=”]

Albo Trasportatori – Slitta al 28 febbraio il termine di pagamento della quota di iscrizione all’Albo degli Autotrasporatatori

[/av_textblock]

[av_textblock size=” font_color=” color=”]
Con l’approvazione in Consiglio dei Ministri del Decreto “Milleproroghe” è infatti arrivata la proroga del pagamento della quota di iscrizione. Per quanto riguarda gli importi da corrispondere, quest’ultimi sono contenuti nella delibera del Comitato Centrale dell’Albo Autotrasporto presente nella GAZZETTA UFFICIALE n. 273 del 22 novembre 2016.

Nella stessa delibera è stato stabilito di MANTENERE INVARIATI (rispetto all’anno 2016) GLI IMPORTI relativi al pagamento del diritto annuale dovuto dalle imprese per l’anno 2017.
[/av_textblock]

[av_textblock size=” font_color=” color=”]
La principale novità rispetto all’anno scorso è che sarà possibile effettuare il pagamento tramite il sito dell’albo www.alboautotrasporto.it nella sezione appositamente dedicata.
[/av_textblock]

[av_textblock size=” font_color=” color=”]
Non sarà dunque più possibile pagare attraverso il portale dell’automobilista.

Purtroppo fin da subito il nuovo sistema ha fatto emergere una serie di problematiche tecniche che stanno portando in molti casi all’impossibilità di effettuare il pagamento e al momento non è attiva una procedura che possa consentire all’Associazione di pagare per conto dell’impresa.

Cna Fita unitamente alle altre organizzazioni sta sollecitando il Comitato Centrale dell’Albo affinché siano trovate le opportune soluzioni.

Rispetto alla possibilità da parte delle associazioni di poter gestire il pagamento per conto dell’impresa, sembrerebbe che la modifica dell’attuale sistema abbia dei tempi lunghi (si auspica coerenti con l’eventuale proroga).

A meno che l’impresa non debba fare delle operazioni specifiche (revisioni, Immatricolazioni nuovo mezzi, aggiornamento e/o variazioni capacità finanziaria) per le quali alcune MCTC bloccano l’impresa perché non “in regola” con il pagamento delle quote pregresse degli anni passati, il consiglio è di aspettare tranquillamente che le problematiche di carattere informatico siano risolte.

In ogni caso la CNA resta a disposizione per dare un supporto.
[/av_textblock]

[/av_one_full]

condividi l'articolo su:

Facebook
LinkedIn
Telegram
WhatsApp
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe interessarti anche:

Le proposte di CNA a chi si candida a governare l’Italia

CNA ha invitato a un faccia-a-faccia i leader politici italiani in vista del voto del 25 settembre nell’auspicio di una legislatura a misura anche degli artigiani …

Leggi tutto >
Digital copywriting corso gratuito settembre 22

Digital copywriting: formazione gratuita per disoccupati a Livorno

CNA Servizi Formazione promuove un corso di formazione gratuito per disoccupati dal titolo: Digital Copywriting  – creatività  e linguaggi per il marketing digitale. Il percorso …

Leggi tutto >
formazione FER Livorno 2022

Formazione FER – Fonti Energie Rinnovabili

FER: un corso di aggiornamento per responsabile tecnico online CNA Livorno organizza il corso di aggiornamento FER – fonti energie rinnovabili rivolto ai responsabili tecnici …

Leggi tutto >

Risparmia con
le CONVENZIONI CNA