cropped-1.png

NEWS

Coronavirus

CORONAVIRUS: AGGIORNAMENTO – Misure a sostegno del REDDITO

DECRETO LEGGE 17.03.2020 n. 18 “Cura Italia” – Misure urgenti connesse al “Coronavirus”

Misure di sostegno al reddito per lavoratori dipendenti

  • Possibilità per i datori di lavoro che nell’anno 2020 sospendono o riducono l’attività per eventi legati al COVID-19, di presentare domanda di concessione del trattamento ordinario di integrazione salariale o di accesso all’assegno ordinario con causale “emergenza COVID-19” per i lavoratori che risultano alle dipendenze alla data del 23.02.2020, per i periodi decorrenti dal 23 febbraio 2020 per la durata massima di nove settimane e comunque entro il mese di agosto 2020. In questo caso l’impresa non è tenuta a comunicare preventivamente alle rappresentanze sindacali aziendali o alla rappresentanza sindacale unitaria, ove esistenti, nonché alle articolazioni territoriali, le cause di sospensione o di riduzione dell’orario di lavoro, l’entità e la durata prevedibile, il numero dei lavoratori interessati;

Questa integrazione non rileva ne’ ai fini della durata massima né degli importi concessi per le altre integrazioni e per quelle relative alle successive richieste.

  • Medesima possibilità di cui sopra per i datori di lavoro che alla data del 23.02.2020 hanno già in corso un trattamento di integrazione salariale straordinario. In questo caso la concessione del trattamento ordinario sospende e sostituisce il trattamento straordinario già in corso e può riguardare anche gli stessi lavoratori beneficiari delle integrazioni salariali straordinarie. In via transitoria, per l’attivazione della Cigs è richiesta la consultazione sindacale, l’esame congiunto e la presentazione della domanda, senza osservanza, però, del termine di 7 giorni di presentazione e degli altri termini procedimentali
  • Possibilità per i datori di lavoro, iscritti al FIS Fondo Integrazione Salariale, che hanno già in corso un assegno di solidarietà, possono presentare domanda di concessione dell’assegno ordinario per un periodo non superiore a nove settimane. La concessione del trattamento ordinario sospende e sostituisce l’assegno di solidarietà già in corso e può riguardare anche i medesimi lavoratori beneficiari dell’assegno di solidarietà a totale copertura dell’orario di lavoro
  • I datori di lavoro privati di qualunque settore con la sola esclusione dei datori di lavoro domestico, per i quali non trovano applicazione le disposizioni in materia di sospensione o riduzione di orario, possono richiedere alla Regione, previo accordo concluso anche in via telematica con le OO.SS., trattamenti di cassa integrazione salariale anche in deroga per la durata della sospensione del rapporto di lavoro e comunque non superiore a nove settimane. Il trattamento è limitato ai dipendenti già in forza alla data del 23 febbraio 2020. L‘accordo non è richiesto per i datori di lavoro che occupano fino a cinque dipendenti. Ai lavoratori è riconosciuta la contribuzione figurativa ed i relativi oneri accessori;
  • I termini di presentazione delle domande di disoccupazione NASpI e DIS-COLL per le cessazioni involontarie di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2020 ed il 31 dicembre 2020, sono ampliati da sessantotto a centoventotto giorni.

Sono anche prorogati di 60 giorni i tempi previsti per la presentazione della domanda di incentivo dell’autoimprenditorialità all’avvio di un’attività lavorativa autonoma o di impresa individuale o per la sottoscrizione di una quota di capitale sociale di una cooperativa.

  • Trasferimento dall’INAIL ad INVITALIA di € 50.000.000,00 da erogare alle imprese per l’acquisto di dispositivi medici ed altri strumenti di protezione individuale.
  • Dalla data di entrata in vigore del presente decreto (03.2020), è precluso per 60 giorni l’avvio delle procedure di mobilità e di riduzione del personale; sino alla scadenza del medesimo termine il datore di lavoro, indipendentemente dal numero dei dipendenti, non può recedere dal contratto per giustificato motivo

 

CNA compatibilmente con gli obblighi che deve rispettare a seguito delle norme di contenimento del “Coronavirus”, è a disposizione per chiarimenti e illustrazione dei provvedimenti del Governo e delle altre istituzioni con i consueti numeri di telefono e mail.

condividi l'articolo su:

Facebook
LinkedIn
Telegram
WhatsApp
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe interessarti anche:

Digital copywriting corso gratuito settembre 22

Digital copywriting: formazione gratuita per disoccupati a Livorno

CNA Servizi Formazione promuove un corso di formazione gratuito per disoccupati dal titolo: Digital Copywriting  – creatività  e linguaggi per il marketing digitale. Il percorso …

Leggi tutto >
formazione FER Livorno 2022

Formazione FER – Fonti Energie Rinnovabili

FER: un corso di aggiornamento per responsabile tecnico online CNA Livorno organizza il corso di aggiornamento FER – fonti energie rinnovabili rivolto ai responsabili tecnici …

Leggi tutto >
corsi primo soccorso Livorno

Corsi ed aggiornamento per addetto al primo soccorso – novembre 2022

Sono in programma per il mese di novembre due appuntamenti per chi avesse necessità di effettuare il corso abilitante per addetto al primo soccorso, sia …

Leggi tutto >

Risparmia con
le CONVENZIONI CNA