cropped-1.png

NEWS

Credito di imposta per Energia Elettrica e Gas: come ottenerlo

Pubblicato il Decreto Aiuti Ter con proroga sui crediti per ottobre e novembre ed importanti novità.
CNA ha studiato un servizio speciale in collaborazione con Ali Energia per la verifica dei criteri di accessibilità.

 

I primi decreti

I Decreti Legge 21 marzo 2022, n. 21 e 17 maggio 2022 n. 50, meglio noti rispettivamente come “Decreto Ucraina” e “Decreto Aiuti” hanno introdotto un credito d’imposta a favore delle imprese per fornire un sollievo alle conseguenze dei rincari subiti nelle forniture di energia elettrica e gas.

Sono previsti aiuti sia per le aziende cosiddette “energivore” che per le “non energivore” che hanno contatori di potenza disponibile pari o superiore a 16.5 kW.

Nello specifico, per queste ultime sono riconosciuti:

  • per il 2° trimestre 2022, un credito di imposta nella misura del 15% della spesa sostenuta per l’acquisto (comprovato dalle relative fatture) della componente energetica effettivamente utilizzata nel secondo trimestre del 2022. Il credito d’imposta spetta qualora il prezzo della componente energetica, calcolato sulla base della media riferita al primo trimestre 2022 e al netto delle imposte e degli eventuali sussidi, abbia subito un incremento del costo per kWh superiore al 30% rispetto al corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre 2019;
  • per il 3° trimestre 2022, un credito d’imposta pari al 15% della spesa sostenuta per l’acquisto della componente energetica effettivamente utilizzata nel terzo trimestre dell’anno 2022, comprovato mediante le relative fatture d’acquisto, qualora il prezzo della stessa, calcolato sulla base della media riferita al secondo trimestre 2022, al netto delle imposte e degli eventuali sussidi, abbia subito un incremento del costo per kWh superiore al 30% del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre dell’anno 2019.

Analoga agevolazione è presente per il gas, con lo stesso schema: imprese “gasivore” e “non gasivore”. Per queste ultime, purché abbiano subito un aumento del costo del gas superiore al 30%, spettano:

  • per il 2° trimestre 2022 un credito d’imposta pari al 25% della spesa sostenuta per l’acquisto del gas consumato (per usi energetici diversi da quelli termoelettrici) nel secondo trimestre solare del 2022;
  • per il 3° trimestre 2022 un credito d’imposta è pari al 25% della spesa sostenuta per l’acquisto del gas naturale consumato nel terzo trimestre solare dell’anno 2022 (per usi energetici diversi da quelli termoelettrici).

I conteggi per determinare l’importo esatto del credito fiscale a cui si ha diritto non sono sempre semplici, ma, se il fornitore di energia/gas è il medesimo che riforniva l’azienda nel primo trimestre dell’anno 2019, sarà lui stesso a predisporre i conteggi necessari.

Attenzione però: il fornitore di energia è tenuto a fornire i conteggi all’azienda cliente solo su esplicita richiesta di quest’ultima. Per questo motivo abbiamo predisposto due fac-simile di modello per inoltrare la richiesta che va inviata tramite pec (o con altra modalità prevista dal fornitore) il prima possibile.

Si possono scaricare qui: Modulo richiesta gasModulo richiesta energia

La proroga

Con il Decreto Aiuti Ter n. 144 del 23 settembre 2022, che introduce i crediti di imposta per l’acquisto di energia elettrica e gas per i mesi di ottobre e novembre 2022, abbiamo invece alcune modifiche sostanziali, sia per quanto riguarda le percentuali del credito di imposta che in merito ai presupposti per poterne fruire. Anche nel Decreto Aiuti Ter sono previste agevolazioni sia a favore delle aziende cosiddette “energivore” che delle “non energivore”; noi tratteremo solamente le seconde in quanto le “energivore” sono aziende con consumi particolarmente elevati e che solitamente non fanno parte della nostra base associativa.

I crediti di imposta introdotti dal Decreto Aiuti Ter sono relativi alla spesa sostenuta nei mesi di ottobre e novembre 2022 e sono utilizzabili in compensazione entro il 31 marzo 2023. Anche le percentuali cambiano: il credito per l’acquisto di energia elettrica passa dal 15% al 30% mentre il credito di imposta per l’acquisto di gas naturale passa dal 25% al 40%. Una modifica importante, chiesta con forza da CNA e dalle altre associazioni artigiane, è che per ottenere il credito d’imposta è sufficiente un contatore con una potenza disponibile pari o superiore a 4,5 kW (mentre per il secondo e terzo trimestre servivano almeno 16,5 kW).

Il credito di imposta può essere portato in detrazione entro il 31 dicembre 2022 per i crediti relativi al secondo e terzo trimestre ed entro il 31 marzo 2023 per i crediti relativi a ottobre e novembre 2022. Esiste anche la possibilità di cedere questi crediti ma la procedura è macchinosa e di fatto percorribile solo per importi particolarmente elevati.

Il servizio di CNA in collaborazione con Ali Energia

Nel caso in cui i fornitori siano diversi dal 2019 ad oggi, la determinazione del credito spettante prevede dei calcoli molto complessi e articolati.

Per garantire questa opportunità al maggior numero di aziende associate, CNA, insieme ad Ali Energia, società con cui collaboriamo da diversi anni e che si occupa di gestione energetica, ha predisposto un servizio per la verifica dei criteri di accessibilità al credito d’imposta e all’importo che sarà possibile portare in compensazione.
Le imprese interessate riceveranno un’offerta economica da Ali Energia con l’indicazione delle tariffe concordate per il servizio (minimo € 250) e una check-list per la raccolta dei documenti necessari (bollette, visura CCIAA, documento di identità, ecc…) per la verifica del rispetto dei criteri di accessibilità al credito d’imposta e il calcolo del relativo importo.

Occorre precisare che, sulla base di test effettuati insieme ad ALI Energia, la domanda di utilizzo del credito risulterà conveniente per coloro che hanno sostenuto spese per consumo di energia elettrica pari ad almeno € 2.000/€ 2.500 di spese mensili nel Trimestre di competenza.

Per info sul servizio in convenzione con Ali Energia: enrico.villa@alienergia.com3668766560

 

condividi l'articolo su:

Facebook
LinkedIn
Telegram
WhatsApp
Email

Potrebbe interessarti anche:

Festa Nazionale CNA Pensionati 2023

Siamo lieti di informarvi che anche quest’anno la CNA Pensionati Nazionale, a seguito della decisione della Presidenza Nazionale, ha sottoscritto un accordo con Bluserena S.p.A. …

Leggi tutto >
offerte di lavoro CNAJob provincia di Livorno

Nuove offerte di lavoro su CNAJob

Presso l’Agenzia Per il Lavoro CNA Servizi Formazione accreditata dalla Regione Toscana sono aperte le seguenti ricerche di personale per imprese locali. Offerte di lavoro: …

Leggi tutto >

Webinar dell’Innovazione & TOCC

Segnaliamo un’iniziativa di Artex, in collaborazione con Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, INVITALIA e la Fondazione per la Ricerca e l’Innovazione. Martedì …

Leggi tutto >

Risparmia con
le CONVENZIONI CNA