NEWS

Inchiostri Tattoo chiarimenti dell’ISS

Inchiostri Tattoo, i chiarimenti dell’ISS.

Il Regolamento (UE) 2020/2081, in vigore dal 4 gennaio 2022, che ha modificato il Reg. REACH n. 1907/2006, ha introdotto alcune restrizioni sulle sostanze contenute negli inchiostri per tatuaggi o trucco permanente.

LIstituto Superiore di Sanità (ISS) ha recentemente pubblicato alcuni ulteriori chiarimenti, che confermano pienamente l’interpretazione già comunicata da CNA Benessere e Sanità nelle settimane scorse.

Termini per l’utilizzo dei prodotti attualmente stoccati negli studi di tatuaggio e piercing

Si chiarisce che dal 4 gennaio l’utilizzo di tali prodotti non è consentito. 

Fanno eccezione i coloranti Pigment Blue 15:3 (CI 74160, n. CE 205-685-1, n. CAS 147-14-8) e Pigment Green 7 (CI 74260, n. CE 215-524-7, n. CSA1328-53-6). Questi ultimi potranno essere utilizzati, in deroga, fino al 4 gennaio 2023.

Modalità di effettuazione dei controlli e sanzioni

I controlli analitici sulle miscele per tatuaggio sono effettuati dalla Rete dei laboratori ufficiali di controllo sulla base di uno specifico Piano Nazionale di Controllo. Tale Piano è predisposto dalle Autorità Regionali, Pubblica Amministrazione e Ministero della Salute.

Il Ministero può inoltre attivare ulteriori controlli tramite il NAS ed eventualmente altri organi di controllo. I controlli potranno avvenire anche a seguito di specifiche segnalazioni.

Il mancato rispetto del regolamento può comportare l’applicazione di sanzioni amministrative e penali non solo per i produttori, importatori o fornitori ma anche per gli utilizzatori finali, ossia i tatuatori.

Informazioni che devono comparire sull’etichetta

Le etichette delle miscele destinate alle pratiche di tatuaggio devono riportare le seguenti informazioni in lingua italiana:

  • La dicitura “miscela per tatuaggi o trucco permanente”
  • Un numero di riferimento unico per l’identificazione del lotto
  • L’elenco degli ingredienti conforme alla nomenclatura stabilita dal Regolamento europeo n.1223/2009
  • La dicitura “regolatore del PH”
  • La dicitura “contiene nichel. Può provocare reazioni allergiche” o “contiene cromo VI. Può provocare reazioni allergiche”
  • Le istruzioni per l’uso in sicurezza
Raccomandazioni

Ricordiamo infine che i tatuatori devono pretendere dai produttori presso i quali si riforniscono di acquistare miscele correttamente etichettate.

Inoltre, dato atto che i produttori erano già da tempo informati sui nuovi obblighi, i tatuatori hanno pieno titolo a cercare con loro un accordo per lo smaltimento di miscele fuori mercato giacenti in magazzino.

Per maggiori informazioni è possibile contattare la Coordinatrice di CNA Benessere e Sanità Valentina Bonaldi, utilizzando i seguenti riferimenti: valentina.bonaldi@cnalivorno.it oppure 3482302066

condividi l'articolo su:

Facebook
LinkedIn
Telegram
WhatsApp
Email

Potrebbe interessarti anche:

rinvio al 15 marzo rottamazione quater

Rottamazione quater: versamento prime tre rate entro il 15 marzo

Rinvio al 15 marzo 2024 delle prime tre rate della definizione agevolata rottamazione quater Definizione agevolata: le prime tre rate entro il 15 marzo Agenzia …

Leggi tutto >
proroga odontotecnici registro fabbricanti dm CNA SNO

Proroga iscrizione elenco fabbricanti dispositivi medici su misura

Slitta al 1 maggio 2024 la scadenza per l’iscrizione all’Elenco Ministeriale dei fabbricanti di dispositivi medici su misura Come già anticipato, per i laboratori odontotecnici …

Leggi tutto >

Livorno: contributi per innovazione e sviluppo tecnologico

150.000€ per innovazione e start-up Contributi a fondo perduto e premialità anche per imprese giovanili e/o femminili Il Comune di Livorno, tramite un bando pubblicato …

Leggi tutto >

Risparmia con
le CONVENZIONI CNA