Articoli

Stralcio dei debiti fino a 5 mila euro: ecco il decreto

Stralcio dei debiti: pubblicato il decreto

Il decreto del Ministero dell’economia e delle finanze del 14.07.2021 definisce le modalità di stralcio dei debiti fino a 5.000 euro, risultanti dai singoli carichi affidati all’Agente della riscossione dal 1 gennaio 2000 al 31 dicembre 2010.

In particolare, la disposizione introdotta con il Decreto Sostegni stabilisce l’annullamento dei debiti che, alla data di entrata in vigore del decreto, ossia il 23.03.2021, hanno importo residuo fino a 5 mila euro.

Gli importi si considerano comprensivi di capitale, interessi per ritardata iscrizione a ruolo e sanzioni.

I beneficiari dello “stralcio” sono:

  • le persone fisiche che hanno percepito, nell’anno d’imposta 2019, un reddito imponibile fino a 30 mila euro;
  • i soggetti diversi dalle persone fisiche che hanno percepito, nel periodo d’imposta in corso alla data del 31 dicembre 2019, un reddito imponibile fino a 30 mila euro.

Il decreto stabilisce la cancellazione automatica entro il 31 ottobre 2021.

La cancellazione verrà comunicata ai contribuenti esclusivamente attraverso i servizi on-line resi disponibili sul sito dell’Agenzia Entrate Riscossione (PIN, SPID tramite intermediario), ovvero, sentita l’Agenzia delle Entrate Riscossione per le vie brevi, recandosi presso gli sportelli territoriali.

Per maggiori informazioni, rivolgetevi ai ns. uffici CNA.

Nuovo assegno ponte in partenza dal 1/7/2021

In attesa dell’assegno universale previsto per il 2022, l’INPS presenta il nuovo “assegno ponte” a favore delle famiglie.

L’assegno temporaneo detto “assegno ponte” per i soli figli minori (da 0 a 18 anni) comprenderà dal 1° luglio 2021 fino al 31 dicembre 2021 un insieme di nuovi soggetti, tra i quali:

  • autonomi
  • disoccupati privi di NASPI
  • percettori del reddito di cittadinanza

Chi ad oggi ha diritto agli assegni al nucleo familiare continuerà a percepire lo stesso assegno, fino al 31 dicembre 2021, maggiorato di:

  • 37,50 euro mensili per chi ha uno o due figli
  • 55,00 euro per chi ha più di due figli

Le domande potranno essere presentate entro il 30 settembre 2021 con diritto agli arretrati dal 1/7/2021.

Tutti coloro che presenteranno la domanda dal 1/10/2021 avranno diritto all’assegno a partire dal mese di presentazione.

I requisiti richiesti per presentare la domanda sono i seguenti:

  1. essere cittadino italiano o di uno Stato membro dell’Unione europea, o suo familiare titolare del diritto di soggiorno;
  2. essere cittadino di uno Stato non appartenente all’Unione europea, in possesso del permesso di soggiorno Ue per soggiornanti di lungo periodo o del permesso di soggiorno per motivi di lavoro o di ricerca di durata almeno semestrale;
  3. essere soggetto al pagamento dell’imposta sul reddito in Italia;
  4. essere domiciliato o residente in Italia e avere i figli a carico sino al compimento del 18esimo anno d’età;
  5. essere residente in Italia da almeno 2 anni, anche non continuativi, oppure essere titolare di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o a tempo determinato di durata almeno semestrale.
  6. essere in possesso di un ISEE inferiore a 50.000 euro

L’importo dell’assegno che va da un minimo di 30 euro mensili fino ad un massimo di 167,50 euro, sarà  maggiorato di una cifra fissa di 50 euro per ciascun figlio disabile.

Per presentare la domanda telefona allo 0586 267111 (scelta 1) e fissa un appuntamento per la compilazione, i colleghi del patronato rimangono tua a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Al seguente link puoi scaricare le domande più frequenti: FAQ assegno ponte

 

Concessione di contributi straordinari – Comune di Collesalvetti

Il Comune di Collesalvetti ha indetto una procedura per la concessione di contributi economici straordinari.
Questi andranno a sostegno delle imprese/aziende, attività culturali e sportive, associazioni e circoli ricreativi e similari, che hanno subito interruzione, contrazione o restrizione della propria attività, con conseguente danno economico, dovute dall’emergenza sanitaria provocata dalla pandemia da Covid-19.
Possono partecipare al presente Avviso Pubblico:
  • le aziende/imprese che rientrano negli appositi codici ATECO indicati nei decreti ministeriali emessi in fase di emergenza Covid-19, e che sono rimaste temporaneamente chiuse o hanno subito una limitazione della propria attività
  • attività culturali e sportive, associazioni e circoli ricreativi e similari
I soggetti alla data di presentazione della domanda, devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
  • essere regolarmente costituite e iscritte come “attive” nel Registro delle imprese, o presso altri enti, o altre procedure abilitative
  • avere almeno una sede operativa o unità locale o produttiva nel comune di Collesalvetti
  • essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti
  • avere un’unità di lavoro annuo (ULA) uguale o minore a 15 riferita all’annualità alla data 01.03.2021
  • essere in regola con i versamenti dei tributi comunali
  • non aver effettuato licenziamenti di personale dipendente dalla data 01.03.2020 ad oggi
  • non avere ottenuto sovvenzioni, ricevuto aiuti o finanziamenti superiori ad €800.000 negli ultimi tre anni
  • sono ammesse a partecipare le aziende/imprese, che abbiano già partecipato ai precedenti avvisi pubblici emessi da questo comune finalizzati all’assegnazione dei contributi per l’emergenza Covid-19.
Le domande devono essere presentate entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 30.06.2021.
Per informazioni e presentazione della domanda rivolgersi al nostro ufficio credito scrivendo una mail a credito@cnalivorno.it oppure telefonando al numero: 0586/267111 (scelta 4) dal lunedì al venerdì dalle 08.30 alle 13.00.

Convenzione UnipolSai per associati CNA Livorno

Le aziende della Provincia di Livorno associate CNA possono beneficiare gratuitamente del nuovo servizio di consulenza assicurativa.

Responsabili sono gli esperti dell’Agenzia Unipol Sai Uniage srl Alfredo Barsaglini (3290291430) e Alessio Reali (3343053173) cui ogni associato può rivolgersi telefonicamente o incontrandoli presso l’ufficio sito nella sede CNA di Livorno in via M.L. King 21 il martedì e giovedì dalle ore 10,00 alle ore 12,00.

Questo nuovo servizio è a disposizione per l’associato (imprenditore, cittadino o pensionato) e i suoi familiari.

Il servizio è rivolto a tutti i settori assicurativi (azienda, persone, vita, veicoli) e al servizio di noleggio lungo termine per auto e autocarri.

Indagine sull’aumento dei prezzi delle materie prime

Il 2020 ha rappresentato un vero e proprio annus horribilis anche per la manifattura italiana. Nei due mesi di lockdown di marzo e aprile, la produzione ha segnato un -12% e nel solo mese di aprile il dato negativo ha superato il 40%.

La manifattura ha saputo, però, assorbire il colpo della crisi economica scatenata dall’emergenza sanitaria meglio di altri settori. Con la riapertura delle attività produttive la produzione è infatti tornata crescere e a recuperare quanto perso, dimostrando grande resilienza.

In questa fase di riavvio delle attività economiche, ci giungono però segnalazioni preoccupanti relative ai rincari delle materie prime, dei semilavorati e dei materiali.

Per analizzare l’andamento dei prezzi delle principali forniture utilizzate nei settori manifatturieri, CNA ha elaborato il seguente QUESTIONARIO

L’obiettivo dell’indagine è analizzare la variazione dei prezzi di acquisto delle materie prime e la reperibilità delle stesse sul mercato.

I dati raccolti saranno trattati in forma aggregata e anonima e comunque nel rispetto della legislazione riguardante il rispetto della privacy.

Proroga moratoria finanziamenti PMI

Con il decreto “Sostegni bis“ è stata prorogata la moratoria che presentava scadenza 30/06/2021 , il decreto però ha introdotto nuove modalità per aderire a tale proroga.

Per usufruirne è necessario che sia l’impresa a fare esplicita richiesta mediante comunicazione entro il 15/06/2021.

Inoltre la nuova moratoria  prevede scadenza 31/12/2021 della sola quota capitale , quindi gli interessi dovranno essere corrisposti.

Di seguito l’articolo 16 del decreto:

Previa comunicazione delle imprese già ammesse, alla data di entrata in vigore del presente decreto, alle misure di sostegno previste dall’articolo 56, comma 2 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, modificato dal decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126, e dalla legge 30 dicembre 2020, n. 178, da far pervenire al soggetto finanziatore entro il 15 giugno 2021 secondo le medesime modalità di cui al comma 2 del suddetto articolo 56, è prorogato il termine delle predette misure di sostegno, limitatamente alla sola quota capitale ove applicabile, fino al 31 dicembre 2021.

Informativa rinvio pagamento 1° rata contributi INPS del 17 maggio 2021

Con il messaggio 1911 del 13 maggio 2021 l’INPS, in relazione all’esonero della contribuzione previdenziale ed assistenziale per il 2021, previsto per alcune categorie di lavoratori autonomi (artigiani e commercianti) e liberi professionisti, da un apposito decreto ministeriale non ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale, ha disposto la proroga dal 17 maggio 2021 al 20 agosto 2021 del pagamento della rata dei contributi fissi.

Per informazioni rivolgersi agli uffici CNA presenti sul territorio.

 

Webinar detrazioni fiscali e serramenti

Lunedì 10 maggio dalle ore 15.00 alle 18.00 si terrà il webinar “Detrazioni fiscali e serramenti” inerente alle modalità di applicazione negli interventi di riqualificazione energetica e sostituzione di serramenti esterni, analisi delle differenze tra Superbonus, Ecobonus, Bonus Casa.

Interverranno Mauro Sellari, Referente Nazionale CNA Serramenti, Stefano Mora Direttore Consorzio LegnoLegno e Cristina Cesarini, Consulente CAF CNA, illustrando i seguenti aspetti tecnici:

  1. Procedura tecnica di gestione del cliente
  2. I limiti di prestazione previsti dalla legislazione in materia di detrazione fiscale (Superbonus 110%, Ecobonus e Bonus Casa)
  3. I limiti di prezzo da prezzari regionali, DEI e Allegato I Decreto “Requisiti Tecnici”
  4. Modalità di utilizzo dei prezzari, voci comprese e escluse, voci integrative, opere accessorie e posa in opera
  5. Casi specifici di prodotto (serramenti esterni, portoncini, oscuranti, persiane, frangisole, zanzariere, ecc.)
  6. Criteri di misurazione dei prodotti
  7. Dichiarazioni e documenti tecnici necessari ai fini delle detrazioni fiscali

Costo del corso:

  • 70 euro + IVA
  • GRATUITO per gli associati CNA

Essendo i posti limitati si raccomanda quanto prima la richiesta di iscrizione.

Per ricevere maggiori informazioni rivolgersi a Ilaria Niccolini, Coordinatore CNA di Mestiere, al numero 3477169561 oppure via mail a ilaria.niccolini@cnalivorno.it

Proroga corsi gratuiti per disoccupati, cig o aziende in crisi

Cescot formazione e CNA Servizi formazione gestiscono un bando del Comune di Piombino nell’ambito del programma europeo Med New Job.

In aggiornamento al precedente bando pubblicato il 6 aprile 2021, è stata prevista un proroga per i seguenti corsi gratuiti: inglese,  uso di carrelli elevatori, creazione di  impresa e addetti ai lavori elettrici pes,pav pei.

La formazione sarà prevalentemente in videoconferenza, salvo le attività pratiche che si terranno nel Comune di Piombino.

Scarica il bando ed il format di iscrizione e presenta la tua candidatura entro il 5 maggio 2021.

bando MNJ proroga

format candidature corsi (2)

 

Contributi a fondo perduto a favore della filiera della ristorazione

A fine di sostenere le attività della ristorazione e della relativa filiera, che rientrano nelle categorie che hanno avuto maggiori ricadute negative derivanti dalle restrizioni imposte per il contenimento del contagio da covid-19, la Regione Toscana prevede un contributo a fondo perduto fino ad € 2.500 per ciascun beneficiario, finalizzato a sostenere le micro, piccole e medie imprese del settore, nonché i professionisti.

Il contributo è corrisposto in unica soluzione mediante accreditamento diretto sul conto corrente bancario o postale.

Saranno esclusi i soggetti che siano risultati assegnatari di un contributo ai sensi del precedente bando di cui al decreto dirigenziale 21573 del 24/12/2020.
Saranno invece posizionate di default al primo posto nella graduatoria, tutte quelle imprese che sono state costituite nel 2020.

I requisiti fondamentali da soddisfare, pena l’inammissibilità al contributo, sono:
– aver registrato un calo del fatturato e dei corrispettivi almeno del 30% registrato dal 1 gennaio al 31 dicembre 2020, rispetto al fatturato e ai corrispettivi realizzati dal 1 gennaio al 31 dicembre 2019
– per aziende costituite nel corso del 2020, il contributo spettante è riproporzionato rispetto agli effettivi    mesi di operatività
– risultare in regola con il DURC

Sarà possibile presentare la domanda a partire dalle ore 09.00 del 4 maggio 2021 fino alle ore 17.00 del 18 maggio 2021

L’elenco dei destinatari del bando è consultabile al link in fondo alla pagina.

ATECO AMMESSI AL BANDO pdf